Cardamomo

Stampa

 

cardamomoIl Cardamomo è la spezia costituita dal frutto di Elettaria cardamomum L. appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae.
Si tratta di una pianta erbacea perenne caratterizzata da un lungo e nodoso rizoma.
Le foglie sono inguainanti ed i fiori sono biancastri localizzati all'estremità dei germogli.
I frutti sono a capsula e contengono molti semi dai quali si ricava un olio essenziale.
I semi vengono utilizzati come condimento in cucina e nei liquori come aromatici e come eupeptici.
Il cardamomo rientra anche nella composizione del curry.
Dopo zafferano e vaniglia è la terza spezia più cara al mondo.

Il cardamomo contiene oli essenziali, vitamine del gruppo B, A e C, sali minerali quali potassio, magnesio, rame, calcio, zinco, fosforo, ferro e manganese (coadiuva l'assorbimento delle vitamine), fitosteroli.
Ha molteplici proprietà benefiche per l'organismo: antisettiche, antispasmodiche, digestive (essendo un eupeptico stimola l'appetito e aiuta la produzione di succhi gastrici), antinfiammatorie, dimagranti, antiossidanti, antidepressive, diuretiche, ipotensive (essendo un bloccante dei canali del calcio abbassa la pressione arteriosa), contrastanti l'alitosi.

 
I CONSIGLI DEL FARMACISTA

- Masticare cardamomo (la bacca intera con i semi ancora all'interno) contrasta l'alito cattivo e allontana nausea e vomito quindi è ottimo alleato per contrastare il meteorismo.
- Se si soffre di gonfiore e di flatulenza è possibile aggiungere la spezia ai cibi cha causano fastidio oppure si può fare un infuso da consumare a fine pasto.
- Sconsigliato in gravidanza e allattamento nonché in caso di ulcera, reflusso, colite, gastrite.
- I rimedi fitoterapici a base di questa spezia danno interazioni con farmaci antiaggreganti piastrinici (come l'aspirina) pertanto non è consigliabile l'assunzione contemporanea.

 

 

 


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/erbe-medicinali/noce.html

 

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (2 Voti)