Facebook Twitter Instagram Pinterest Youtube Email

Ortaggi

topinambur biologico almaverde bio

Il topinambur (Helianthus tuberosus L.) è una pianta erbacea perenne appartenente al genere delle Asteraceae.
L'organo sotterraneo della pianta prende il nome di tubero ed è commestibile.
Originaria del Nord America può essere facilmente coltivata ed ha una grande vitalità al punto da essere considerata una pianta infestante.
In Italia è presente in quasi tutte le regioni.
I tuberi si raccolgono in inverno e possono essere mangiati sia crudi che cotti.
La loro polpa è carnosa, di sapore molto simile al carciofo mentre la consistenza è simile alla patata pur non contenendo amido a differenza di questa.
Sono un alimento molto energetico ed i metodi di cottura sono, per l'appunto, simili a quelli delle patate.   
5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Voto)

244 Fagiolo dis01

Il fagiolo, Phaseolus vulgaris L., esiste sotto forma di molteplici varietà.
Appartenente alla famiglia delle Leguminose, è una pianta erbacea, annuale.
La lunghezza del fusto, il colore dei fiori e le caratteristiche dei frutti variano a seconda della varietà.
La pianta è originaria dell'America centrale e in Italia non esiste allo stato spontaneo: si semina a primavera in terreno ben concimato e si annaffia abbondantemente durante la stagione vegetativa.
Se ne utilizzano i baccelli e i semi in essi contenuti in numero, forma e colore variabile.
I baccelli vengono raccolti a fine estate, quando sono completamente gialli, e si lasciano stesi ad essiccare al sole.
Quando sono totalmente secchi tendono ad aprirsi. A questo punto si sgranano i semi dal loro interno e, dopo averli fatti completamente essiccare, si conservano in sacchetti di tela.
In virtù del loro elevato contenuto energetico, i fagioli divennero subito il simbolo della cucina povera e contadina: possono infatti sostituire egregiamente carne e pane.
Dato che possono risultare poco digeribili è bene seguire alcuni accogimenti nel cucinarli: mangiarli ancora freschi o, al massimo, ento un anno dal raccolto (nei fagioli secchi il valore calorico è molto maggiore, più del doppio); cuocerli a lungo dopo averli tenuti almeno 8 ore in ammollo in acqua fredda e usando acqua diversa per la cottura (questo aiuta l'eliminazione di sostanze antinutrizionali); accompagnarli ad erbe che contrastino la fermentazione intestinale come salvia, prezzemolo, timo, rosmarino, aglio, finocchio. 

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (2 Voti)

Carciofo Il carciofo (Cynara scolymus L.), è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Composite.
Possiede un fusto rigido ed eretto, ramificato dalla base.
Le foglie sono alterne, molto lunghe e di consistenza molle.
Non esiste allo stato spontaneo ma viene esclusivamente coltivato o per talea di un tratto di fusto munito di gemme, o per polloni (getti che nascono alla base della pianta).
Questa pianta non necessita di particolari cure ma va protetta dal freddo invernale e preferisce terreni soleggiati.
In medicina se ne utilizzano le foglie e il rizoma; in cucina il fiore in boccio chiuso.
Le foglie si raccolgono in primavera e si conservano in sacchetti dopo averle fatte essiccare all'ombra; il rizoma si raccoglie in estate e si conserva chiudendolo in barattoli di vetro dopo averlo tagliato a rondelle e fatto essiccare al sole; il boccio si raccoglie prima della fioritura e può essere conservato surgelato oppure sott'olio.

4.875 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 4.88 (4 Voti)

cicoria calorie

La cicoria (Cichorium intybus L.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Composite. Ne esistono molte varietà e le parti che se ne utilizzano sono le foglie, i fiori e la radice. Le prime si utilizzano fresche e si raccolgono prima della fioritura; i secondi si raccolgono durante il periodo della fioritura, si lasciano essiccare all'ombra in luogo ventilato poi si staccano dai rami e si conservano in sacchetti; le ultime si raccolgono in autunno e si conservano essiccate oppure anche tostate, in barattoli di vetro o in sacchetti di tela.
La cicoria è originaria del bacino del Mediterraneo ed è apprezzata da millenni per le sue virtù medicinali.

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (5 Voti)

zucca

La zucca (Cucurbita maxima) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee.

Ha un fusto strisciante o rampicante provvisto di appendici (viticci).
In estate compaiono fiori di colore giallo intenso, grandi e campanulati; quelli maschili, rispetto ai femminili, hanno il picciolo più lungo.
I frutti sono delle forme più disparate per dimensioni, forma, colore e caratteristiche consistenze della buccia.
A scopo alimentare è coltivata ovunque: la semina avviene in marzo-aprile e richiede molta acqua.
Se ne utilizzano fiori, frutti e semi. 
I primi si raccolgono, alla loro comparsa, nelle prime ore del mattino perchè poi si chiudono e vanno consumati freschi; i frutti in tarda estate quando, colpendoli con le nocche, si sente un suono di vuoto interno (possono essere sia consumati freschi che conservati, per alcuni periodi, in luogo asciutto); i semi vengono tolti dai frutti al momento del consumo e lasciati essiccare (possono poi essere anche tostati e salati).

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (3 Voti)

Ultime ricette

Ci trovi anche su...

trova ricetta
Ricette di cucina
mytasteita.com
Cucinare Meglio

Chi sono

Rossella Nata a Campobasso nell'estate del 1981 uno scaramantico venerdì 17, sono vissuta lì fino alla maturità scientifica.
Fino ad allora cucinavo prevalentemente quando ero a casa da sola, così che chi avesse voluto criticare avrebbe potuto farlo per lo meno solo a cose fatte.
Poi arrivò l'Università... facoltà di chimica e tecnologia farmaceutiche.
Da allora, un po' per necessità (di cui fortunatamente a volte si fa virtù), un po' per libertà di impiastricciare senza render conto a nessuno, ho cominciato ad appassionarmi a forno e fornelli.
Ricordo ancora il forno a gas del primo appartamento in affitto a Roma...Banditi i dolci lievitati...il forno vecchiotto non teneva la temperatura...lo scoprii dopo aver dubitato delle mie capacità...Mi concedeva però comunque le crostate...sarà per quello che sono diventate la mia passione...
Oggi voglio fondere il percorso universitario, lo studio dei rimedi naturali, le virtù insite in tante sostanze che ingeriamo, la convinzione che una sana alimentazione sia la base di una vita sana e la sicurezza che il valore aggiunto di ogni pietanza sia condividerne il gusto e la preparazione.

Iscriviti alla Newsletter

DISCLAIMER
le informazioni contenute in "in tutte le salse" hanno natura generale e sono pubblicate da farmaciste e biologhe nutrizioniste con uno scopo puramente divulgativo, non possono sostituire in alcun caso il parere di un medico.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno immediatamente cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi all’immagine o all’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le immagini pubblicate su questo blog sono personali e sono protette dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche, pertanto è vietato l'uso senza il consenso dell'autore. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo
© 2015 In Tutte Le Salse. All Rights Reserved.